I protagonisti 2017: The Wooden Brothers

Lo sappiamo che sentivate la mancanza dei nostri annunci, abituati al ritmo degli scorsi mesi! Quindi proseguiamo con gli ultimi colpi in canna:

THE WOODEN BROTHERS

I Wooden Brothers nascono a Torino nell’autunno del 2014 da un’idea di Renato Tammi e Antonio Tedde, che oltre ad essere amici di lunga data suonano insieme in parecchie tribute band, ormai presenti da diversi anni nel panorama italiano, che spaziano da Bruce Springsteen, ai Rolling Stones. Il progetto Wooden Brothers si discosta però dall’idea di cover band, l’intenzione principale è infatti la proposta di materiale inedito, brani personali che si potrebbero definire Folk’n’Roll, difficili però da incasellare in un genere poiché le influenze oltre ad essere spiccatamente folk hanno derive blues, ma c’è anche molto del country e del rock’n’roll.
A settembre 2016 è arrivato l’esordio discografico con un disco composto esclusivamente da canzoni scritte e arrangiate dai membri della band col supporto dell’etichetta indipendente GoodLuck Factory.

  • DOVE LI VEDREMO: Stabilimento Balneare Ausonia, Trieste
  • QUANDO: lunedì 01 maggio

 

 

 

 

I protagonisti 2017: Nashville & Backbones

Non ci fermiamo più! Altro giro, altra corsa … altro annuncio! Il Trieste Calling the Boss sarà quello dei record per numero di band e artisti impegnati nella manifestazione, mai negli scorsi 5 anni siamo arrivati a questi numeri … oggi quindi vi annunciamo:

NASHVILLE & BACKBONES

Attivi fin dal 1998, prima come duo, poi come Nashville Trio, ampliano ulteriormente la formazione nel 2011 quando decidono di entrare in studio per registrare il primo album di inediti (Haul In The Nets), assumendo l’attuale nome definitivo.

Le origini del loro sound sono nella west coast americana, quella di artisti come Eagles, Creedence Clearwater Revival, America, CSN&Y. Ma non si ferma lì. Radici nel passato e sguardo al futuro, per un folk/country dalle forti tinte pop e rock, senza mai rinunciare alla sperimentazione e alla contaminazione.

L’ormai lunga e consolidata esperienza live li rende una delle band più interessanti da vedere dal vivo; nei loro concerti c’è spazio per il divertimento fine a se stesso così come per un ascolto più attento alle sfumature e ai colori cangianti.

  • DOVE LI VEDREMO: Stabilimento Balneare Ausonia, Trieste
  • QUANDO: lunedì 01 maggio

 

 

 

I protagonisti 2017: Francesco Piu

Pensavate che avevamo finito le sorprese per voi? Ma con il Trieste Calling the Boss  bisogna sempre stare all’erta, perchè gli annunci possono arrivare da un momento all’altro, come adesso:

FRANCESCO PIU

Il futuro del blues italiano arriva dalla Sardegna. Questo giovane chitarrista autodidatta, armonicista e cantante, presentandosi in versione solitaria ha già saputo stupire gli spettatori di festival prestigiosi quali l’International Blues Challenge di Memphis e il Pistoia Blues. Ha aperto per il padre del british blues John Mayall e duettato con un’artista del calibro di Tommy Emmanuel.
Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica, questa la formula magica del sound di Francesco Piu, un prodigioso one man band che viene definito dalla rivista Guitar Club ”una vera e propria forza della natura!” e che a Trieste si presenterà con il suo trio!

Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, questo bluesman sardo si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.

Ha Partecipato ai più importanti festival del genere (IBC Memphis, Blues to Bop, Pistoia Blues, Narcao Blues, Blues en Bourgogne, Trasimeno Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues au Chateau, Salaise Blues, Rootsway per citarne alcuni) ed ha aperto anche concerti per grandi artisti quali Jimmie Vaughan, Robert Cray, Johnny Winter, John Mayall, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton e calcato il palco con artisti del calibro di Tommy Emmanuel, Eric Bibb, Roy Rogers, Guy Davis, Sandra Hall, Kevin Welch, Andy J.Forest, Watermelon Slim, Fabio Treves, Davide Van De Sfroos, Sugar Blue, Eugenio Finardi e molti altri.

  • DOVE LI VEDREMO: Stabilimento Balneare Ausonia, Trieste
  • QUANDO: lunedì 01 maggio

 

 

I protagonisti 2017: Grinders

E con questo annuncio anche il secondo giorno del Trieste Calling the Boss 2017 è definitivamente completo:

GRINDERS

Nascono nel 2006 come cover band di AC/DC, Judas Priest, ZZ Top e gruppi simili e con il tempo sviluppano un repertorio di inediti, orientandosi su potenti riff rock’n’roll e venature blues che sfociano nell’uscita prima di un ep ed in seguito nel 2015 di un vero e proprio cd intitolato “Beer on Venus”. Energia e voglia di rock ’n’n roll party sono la loro principale vocazione sul palco!

  • DOVE LI VEDREMO: Teatro Miela, Trieste
  • QUANDO: venerdì 28 aprile

I protagonisti 2017: Basic us

Con il prossimo annuncio i primi 4 giorni del Trieste Calling the Boss 2017 sono completi:

BASIC US

Giovanissimo duo triestino: la voce è quella di Giacomo Sasso (classe 1996) mentre alla chitarra c’è Francesco Cenzon (classe 1998). Dicono: «La musica è la nostra passione: amiamo pensare a melodie, testi e nuovi arrangiamenti».

  • DOVE LI VEDREMO: Serra HUB, Trieste
  • QUANDO: giovedì 27 aprile

 

 

I protagonisti 2017: Eliana Cargnelutti

Si va a pieno regime con gli annunci del Trieste Calling the Boss 2017:

ELIANA CARGNELUTTI

Giovane e grintosa cantautrice, chitarrista di ottima scuola, la nuova speranza del rock blues made in Italy. Vincitrice del Blues Guitar Contest 2010 a Pordenone e del titolo di miglior strumentista blues emergente italiana agli Oscar del blues 2013 di Modena, citata nel 2015 tra le migliori chitarriste rock blues internazionali agli americani Jimi Awards e nominata tra le migliori cinque donne chitarriste dell’anno 2015 dalla rivista americana Blues-E-News. Il suo ultimo cd prodotto è “Girls with guitars 2015”, del progetto annuale Blues Caravan, registrato per la Ruf Records, a Nashville, con il produttore storico di Stevie Ray Vaughan e Santana, Jim Gaines.

  • DOVE LA VEDREMO: Serra HUB, Trieste
  • QUANDO: giovedì 27 aprile

 

 

 

I protagonisti 2017: Frank Get & Anthony Basso

E si continua con gli annunci del Trieste Calling the Boss 2017:

FRANK GET & ANTHONY BASSO

Un inedito duo giuliano/friulano che ci regalerà un apertura di serata di assoluto valore e che vedrà poi esibirsi la band di Graziano Romani e la Treves Blues Band!

– Il rocker triestino Franco Ghietti, in arte Frank Get, nome da lui astutamente scelto perché il suo cognome è impronunciabile all’estero, è sulle scene da più di trent’anni, tutti spesi suonando in giro per il mondo. Frank Get è salito sul palco per la prima volta nel 1979 e da allora non ha più smesso. Un artista capace di coniugare il rock nelle sue molteplici sfaccettature, senza mai dimenticare le proprie origini e la propria storia. E’ stato l’unico artista triestino a suonare più volte al Light of Day Benefit nel New Jersey, evento nato dall’impulso del Boss e a cui partecipa quasi ogni anno.

– Il chitarrista udinese Anthony Basso, vero enfant prodige della scena chitarristica rock blues friulana: ha debuttato infatti su un palcoscenico a soli undici anni. Conosciuto per essere stato per otto anni la chitarra dei Wind, la storia artistica di Basso è costellata da concerti in vari parti del mondo e collaborazioni con musicisti di fama internazionale come Allman Brothers Band, Gov’t Mule, Deep Purple, Whitesnake, tanto per menzionare alcuni nomi. Ha anche lui calcato il palco del Light of Day Benefit nel New Jersey!

  • DOVE LI VEDREMO: Teatro Miela, Trieste
  • QUANDO: sabato 29 aprile

I protagonisti 2017: Brazos Black Suit Trio

Ormai la line up è quasi completa, ma ci sono ancora delle sorprese per il Trieste Calling the Boss 2017:

BRAZOS BLACK SUIT TRIO

Giovane trio rockabilly blues di Trieste, ormai un’istituzione cittadina grazie ai numerosi concerti: dal palco di Piazza Unità per la Barcolana a quello del Teatro Verdi di Muggia per il Light of Day Benefit passando per numerosi live svolti lungo le strade cittadine.
La formazione è nata da un’idea del chitarrista e cantante Bobby Brown ed il contrabbassista Tramp Soul Simon che iniziarono ad esibirsi nelle strade di Trieste, dove in occasione di un concerto si aggiunse il batterista Mathias Slim Butul dando così vita al trio. Per un paio d’anni si aggiunge Paul all’armonica e girano in quartetto, per poi ritornare al trio originale.
Le loro fonti d’ispirazione sono artisti quali Gene Vincent, Eddie Cochran, Stray Cats, Gov’t Mule ed Almann Brothers proponendo un suono originale basato sul rock’n’roll degli anni 50.

  • DOVE LI VEDREMO: Ausonia Beach Club, Trieste
  • QUANDO: domenica 30 aprile

 

I protagonisti 2017: Powlean

Altro annuncio per il Trieste Calling the Boss 2017:

POWLEAN

Nato a Trieste nel 1973, è cresciuto ascoltando quasi esclusivamente interpreti americani, da Neil Young a Springsteen a Johnny Cash. A 20 anni attraversa l’America in bus da costa a costa. Rientrato in Italia, inizia ad esibirsi nel sottopassaggio della stazione con chitarra e armonica riscuotendo grandi apprezzamenti eriuscendo a guadagnare abbastanza per comprare una chitarra e un impianto. Una percorso fatto di viaggi oltre oceano e grandi riconoscimenti anche in Italia dal ’98 ad oggi, ormai trasferito a Fuerteventura ma senza disdegnare qualche tour in Italia o Europa un paio di volte all’anno.

  • DOVE LO VEDREMO: Stabilimento balneare Ausonia, Trieste
  • QUANDO: lunedì 01 maggio

 

I protagonisti 2017: Miami & the Groovers

Anche oggi è tempo di annunci per il Trieste Calling the Boss 2017:

MIAMI & THE GROOVERS

L’Emilia Romagna è fucina di moltissimi artisti e gruppi di chiara matrice rock e tra questi ci sono i Miami & the Groovers, una delle rock band indipendenti più apprezzate e seguite in Italia.
Fondata nel 2000 da Lorenzo Semprini, leader autore e cantante, hanno prodotto quattro album in studio (Dirty roads 2005, Merry go round 2008, Good things 2012, The Ghost King 2015), un box live cd/dvd (No way back 2013), due ep (Are you ready 2008, Biancorosso 2011), ricevendo ottime critiche ed un appassionato seguito di pubblico. La vena bluesy di Alessio Raffaelli (piano e fisarmonica), le chitarre Clash di Beppe Ardito, la ritmica solida di Marco Ferri (batteria) e Luca Angelici (basso) insieme alla voce,armonica e chitarra di Lorenzo Semprini sono un mix esplosivo che dal vivo non possono far altro che travolgere lo spettatore e portarlo ad essere parte integrante del loro show. E il pubblico triestino lo sa bene visto che dal 2006 sono arrivati in città con cadenza quasi annuale!

Siete pronti a una grandissima serata rock ‘n’ roll? Vi ricordiamo che la stessa sera ci sarà anche la Bill Toms band!!

  • DOVE LI VEDREMO: Teatro Miela, Trieste
  • QUANDO: venerdì 28 aprile

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi