I protagonisti 2017: Brazos Black Suit Trio

Ormai la line up è quasi completa, ma ci sono ancora delle sorprese per il Trieste Calling the Boss 2017:

BRAZOS BLACK SUIT TRIO

Giovane trio rockabilly blues di Trieste, ormai un’istituzione cittadina grazie ai numerosi concerti: dal palco di Piazza Unità per la Barcolana a quello del Teatro Verdi di Muggia per il Light of Day Benefit passando per numerosi live svolti lungo le strade cittadine.
La formazione è nata da un’idea del chitarrista e cantante Bobby Brown ed il contrabbassista Tramp Soul Simon che iniziarono ad esibirsi nelle strade di Trieste, dove in occasione di un concerto si aggiunse il batterista Mathias Slim Butul dando così vita al trio. Per un paio d’anni si aggiunge Paul all’armonica e girano in quartetto, per poi ritornare al trio originale.
Le loro fonti d’ispirazione sono artisti quali Gene Vincent, Eddie Cochran, Stray Cats, Gov’t Mule ed Almann Brothers proponendo un suono originale basato sul rock’n’roll degli anni 50.

  • DOVE LI VEDREMO: Ausonia Beach Club, Trieste
  • QUANDO: domenica 30 aprile

 

I protagonisti 2017: Powlean

Altro annuncio per il Trieste Calling the Boss 2017:

POWLEAN

Nato a Trieste nel 1973, è cresciuto ascoltando quasi esclusivamente interpreti americani, da Neil Young a Springsteen a Johnny Cash. A 20 anni attraversa l’America in bus da costa a costa. Rientrato in Italia, inizia ad esibirsi nel sottopassaggio della stazione con chitarra e armonica riscuotendo grandi apprezzamenti eriuscendo a guadagnare abbastanza per comprare una chitarra e un impianto. Una percorso fatto di viaggi oltre oceano e grandi riconoscimenti anche in Italia dal ’98 ad oggi, ormai trasferito a Fuerteventura ma senza disdegnare qualche tour in Italia o Europa un paio di volte all’anno.

  • DOVE LO VEDREMO: Stabilimento balneare Ausonia, Trieste
  • QUANDO: lunedì 01 maggio

 

I protagonisti 2017: The Mons

Anche oggi è tempo di annunci per Trieste Calling the Boss 2017:

THE MONS

Giovanissima band torinese nata nei primi mesi del 2015 a conclusione di una esperienza con i Room 66, band che nonostante la giovanissima età ha avuto all’attivo alcuni live in Torino e provincia. Il nome “MONS” prende spunto dalla loro canzone preferita SNOW (Red hot chili peppers) ma vista rovesciata. I gusti musicali tendenti al punk-rock portano i Mons ad eseguire numerose cover dei Ramones, Green Day, Red Hot Chili Peppers e Raige Against the Machine. Tutto questo però non è più sufficiente per loro ed iniziano così a scrivere brani inediti, fino all’uscita del loro primo EP datato febbraio 2016.

  • DOVE LI VEDREMO: Ausonia Beach Club, Trieste
  • QUANDO: domenica 30 aprile

Evento speciale 2017: “C’mon rise up” vol. 2

Un annuncio speciale per il Trieste Calling the Boss 2017, stavolta non tocca ad un’artista ma ad un evento:

C’MON RISE UP vol. 2 – Rock meets Gospel

“C’mon rise up” è un grido di resurrezione e di volontà a non arrendersi, tratto da una delle canzoni di Springsteen che interpreta con maggiore enfasi quella che è un’anima gospel: “My city of ruins”.

Il gospel è una delle fonti d’ispirazione del rock’n’roll, e il rock porta con sé anche questa dimensione di fervore e spiritualità, fortemente influenzata dalla cultura afroamericana ma non soltanto; una carica emozionale evocativa che è all’origine della storia musicale che ha da sempre ispirato il rock! Questo evento speciale nasce quindi per raccontare e rafforzare questo aspetto.

Nella perfetta cornice della Chiesa Evangelica, con le sue bianche facciate in pietra carsica e il suo stile neogotico, il coro gospel Soul Circus Gospel Choir diretto dal Maestro Massimo Devitor accompagnerà le esecuzioni di numerosi artisti che si alterneranno con brani di Bruce e di altri artisti del mondo del rock.

  • DOVE LO VEDREMO: Chiesa Evangelica, Trieste
  • QUANDO: domenica 30 aprile

I protagonisti 2017: The SpringStreet Band

Continuano gli annunci dei protagonisti del Trieste Calling the Boss 2017:

la prima band annunciata per il 4° giorno del festival è The SpringStreet Band!

Tribute band di Bruce Springsteen​ di Torino formata da otto elementi ad alto impatto scenico e sonoro ed una voce che ricorda lo Springsteen degli anni ‘70, accompagnati da un pianoforte ed un Hammond che rendono piena giustizia all’atmosfera creata dalla E-Street Band.
La sezione ritmica composta da basso e batteria che rappresenta il cuore pulsante del rock del Boss e tre chitarre che si alternano in strepitosi “soli” con raffinatezza e maniacale ricerca del giusto sound. Ultimo ma non ultimo: un sax tenore che sia per dimensioni sia per timbrica ricorda il Clarence Clemons degli anni 70/80.
Insomma ci sono tutti gli ingredienti per vivere una serata ad alta energia e per ritornare con la mente ai fantastici live di Bruce …

  • DOVE LI VEDREMO: Ausonia Beach Club, Trieste
  • QUANDO: domenica 30 aprile

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi